Clurican
 

S. Quinto martire
Menu
 
   
1- 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14
 
Pag 13
 

Sordomuto tenta il furto dai ciechi
Un sordomuto a deciso di fare un furto ad un istituo di ciechi
nella convinzione di non essere visto, è successo a Gironda (Francia),
ma non si è accorto dell'antifurto che tempestivamente i ciechi hanno udito,
Jean Perre Rolande è stato arrestato colto in flagrante dagli agenti avvisati
dai ciechi dell'istituto.

Orso violenta 18 mucche
Ad Oslo in una provincia norvegese di Trondelag 18 mucche,
sono state violentate e poi sono state dilaniate, le mucche sono state sorprese
mentre pascolavano tranquillamente, il mistero è stato risolto da un veterinario
studioso dell'università di Oslo, che ha stabilito che è stato un Orso di grandi dimensioni
ossessionato dalle bestie di grandi dimensioni e attratto dal loro odore,

 

Pene imbullonato
Citta del capo, dopo una scommessa tra amici si era infilato un bullone nel pene
facendolo arrivare fino alla base bloccando così la circolazione del sangue,
doppo pochi minuti il pene si era talmente gonfiato che è stato praticamente
impossibile togliere il bullone senza l'ausilio dei medici e pompieri, imfatti al suo arrivo in ospedale
i medici non hanno saputo affrontare la situazione con i tradizionali strumenti ospedalieri,
allora hanno pensato alle varie seghe che usano i pompieri per tagliare le lamiere,
tra mille precauzioni in sala operatoria i medici in collaborazione con i pompieri
sono riusciti a liberare il malcapitato.

Suicida pescato all'amo
Pechino, aveva scelto di suicidarsi gettandosi nel fiume giallo, ma si è impigliato
all'amo di un pescatore che lo ha salvato, racconta il pescatore:
mi ero recato a pesca e poi ho avuto l'impressione che qualcosa di grande
avesse abboccato all'amo, tirando su ha scoperto la magra consolazione
scoprendo che all'amo non era un grande pesce ma un uomo
che dopo essersi ripreso a confessato che era afflitto da problemi familiari,
avvenendo contro il pescatore "perchè mi ha salvato?"

Automobile affonda un peschereccio
Agrigento: una coppietta si era appartata al molo di porto Empedocle con
la sua panda senza mettere il freno a mano, qualche movimento troppo brusco
al suo interno e la macchina e finita su un peschereccio ormeggiato
affondandolo, ovviamente anche la panda non si è salvata, mentre tutte
le persone del battello e i ragazzi nella vettura se la sono cavata con un grande spavento
e un bagno fuori orario

 
 
 
 

Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica
Clurican.com non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità dello Staff
Clurican.com non è collegato ai siti recensiti e non è responsabile dei loro contenuti.
La riproduzione anche parziale delle immagini e consentita a patto
che venga citato e linkato clurican.com
All Rights Reserved © 2017-2019

Privacy policy